Cos’è EFT-Integrata


COS’E’ EFT-INTEGRATA

Le Tecniche Integrate di Libertà Emotiva (EFT-i) consistono fondamentalmente in una digitopressione guidata e auto-somministrata, che si svolge in piedi o seduti e rimanendo vestiti ed è principalmente concentrata su testa, viso e mani.

EFT-i agisce stimolando punti specifici dei meridiani della medicina cinese e attivando contemporaneamente il potere trasformativo della mente mediante l’uso dell’intenzione e del linguaggio.

Il tocco delle dita viene, infatti, accompagnato con frasi insieme codificate e create per la situazione specifica, le quali permettono alla mente di concentrarsi sull’esperienza da lasciare andare e di distaccarsene.
Le frasi, inoltre, hanno l’effetto di rendere la sessione movimentata e divertente.


AMBITI DI APPLICAZIONE

EFT-i si rivela molto rapida e potente per rimuovere ansie, paure e fobie, convinzioni limitanti, blocchi, pensieri, stati d’animo e ricordi negativi.
Essi sono tutti sostenuti da uno squilibrio nel sistema energetico elettromagnetico. Riequilibrando l’energia psico-fisica, scompaiono.

Frequentemente una o due sessioni risolvono paure come quelle di volare, dell’ascensore e degli spazi chiusi, degli insetti e degli animali, degli aghi e del sangue, delle vertigini e degli spazi vuoti, del parto e simili.

Un numero di incontri superiore, ma quasi sempre ridotto, risolve efficacemente aspetti psicologici ed emozionali più complessi quali rabbia, paura del giudizio altrui, sensi di colpa, frustrazione e sensi di inadeguatezza, cattive abitudini di vita, dolori per la perdita di persone care, risentimento e tensioni per conflitti irrisolti, pensieri limitanti, ricordi negativi e simili.

EFT-i permette, inoltre, di entrare in contatto con la parte più autentica di se stessi, di fare chiarezza sugli obiettivi e di favorire la naturale espressione dei propri talenti.


SINERGIE TRA EFT-I E COACHING

Per le sue caratteristiche il EFT-i rappresenta anche una potente alleata del Coaching ICF.
In alcuni casi, durante un percorso di Coaching, soprattutto al suo inizio, alcuni aspetti psicologici ed emozionali possono rivelarsi ostacoli verso i risultati desiderati e il metodo di Coaching, principalmente maieutico e dialogico, può non essere idoneo a gestirli.
In tali casi, EFT-i offre la possibilità di superarli e può essere proposta ad integrazione del percorso, chiarendone le diverse caratteristiche di funzionamento rispetto al Coaching.


TRATTAMENTO DEI DISTURBI FISICI

Poichè condivide i presupposti di funzionamento della medicina tradizionale cinese, EFT-i è efficace anche nel trattare disturbi fisici di vario genere, specialmente di origine psicosomatica.
In tali casi, può essere necessario molto impegno nel tempo per conseguire i risultati attesi, in relazione alla rilevanza del problema, ed è bene precisare che EFT-i non deve sostituire le cure mediche, quanto piuttosto affiancarle e favorirle.


ORIGINI E STORIA DI EFT-I

Il metodo EFT fu sviluppato nel 1995 dall’ingegnere californiano Gary Craig, già dedito alla PNL e allo studio del potenziale umano.
Graig apprese la tecnica chiamata TFT (Thought Field Therapy) dallo psicoterapeuta Roger Callahan, che l’aveva messa a punto negli anni ’80, e decise di semplificarla per renderla di facile applicazione per chiunque.
Denominò il nuovo metodo EFT (Emotional Freedom Techniques).

Dai primi anni 2000 Andrea Fredi è portavoce ed esperto di riferimento di EFT in Italia.
Dopo un decennio di pratica di EFT, Fredi ha arricchito il metodo con conoscenze e applicazioni tratte da altre Tecniche Energetiche sviluppatesi nel corso degli anni, rendendo EFT più efficace nel creare cambiamenti.
Si tratta di Logosintesi (Willem Lammers), Age Gate Emotional Release (AGER) (Andrea Fredi e Vincenzo Di Spazio), Tecniche Energetiche Semplici (SET) e Provocative (PET) (David Lake e Steve Wells).
Fredi ha dato a questo metodo il nome di EFT-Integrata (EFT-i).