Peculiarità e principi del Reiki

»»» QUESTA PAGINA SI LEGGE IN 1 MINUTO (200 PAROLE)


GLI ELEMENTI DISTINTIVI DEL REIKI

Il Reiki presenta numerosi aspetti peculiari.

In particolare, il Reiki è:

- Semplice: non prevede diagnosi, si usano solo le mani in posizioni precise e facili da imparare.

- Delicato: le mani sono soltanto appoggiate lievemente o sollevate, l’azione è gentile per quanto forte.

- Potente: funziona anche se non ci si crede, è sempre benefico.

- Sicuro: non può creare alcun danno o effetto collaterale, non è soggetto ad errori di diagnosi o di applicazione.

- Intelligente: il corpo porta l’Energia dove serve, la usa come serve, ne assorbe quanta ne serve.

- Neutro: il Praticante non può usare l’Energia per indurre risultati specifici (positivi o negativi).

- Universale: è adatto a chiunque, a qualsiasi età ed in qualunque condizione psico-fisica.

- Olistico: lavora contemporaneamente su tutti i piani della persona (corpo-mente-emozioni-spirito).

- Accessibile: chiunque può apprenderlo, perché non richiede particolari doti personali.

- Potenziante: chiunque può impararlo in poche ore per trattare se stesso o i propri cari.


I PRINCIPI DEL REIKI

Il Reiki è una disciplina olistica che ha alla base una profonda visione spirituale della Vita.

Il Maestro Mikao Usui ha lasciato ai suoi allievi cinque principi guida che riassumono lo spirito del Reiki:

1. Solo per oggi non ti arrabbiare.

2. Solo per oggi non aver paura.

3. Onora genitori, anziani ed insegnanti.

4. Guadagna da vivere onestamente.

5. Vivi ed esprimi gratitudine.